e-Government


by sunnyboots via youtube

e-Government refers to the use of internet technology as a platform for exchanging information, providing services and transacting with citizens, businesses, and other arms of government. e-Government may be applied by the legislature, judiciary, or administration, in order to improve internal efficiency, the delivery of public services, or processes of democratic governance. The primary delivery models are Government-to-Citizen or Government-to-Customer (G2C), Government-to-Business (G2B) and Government-to-Government (G2G) & Government-to-Employees (G2E).

The most important anticipated benefits of e-government include improved efficiency, convenience, and better accessibility of public services.


by sherpatv via youtube

E-Government si riferisce all’uso da parte dell’amministrazione della tecnologia dell’informazione e della comunicazione (ITC) per scambio di informazioni e servizi con cittadini, imprese e rami dell’amministrazione. E-government può essere applicato in ambito legislativo, giudiziario o amministrativo per migliorare l’efficienza interna, l’erogazione di servizi pubblici o procedimenti di amministrazione democratica. I modelli di erogazione sono “dall’Amminstrazione al Cittadino” o “dall’Amministrazione al Consumatore” (G2C), “da Amministrazione a Imprese” (G2B) e “da Amministrazione ad Amministrazione” (G2G). I maggiori benefici dell’e-government includono il miglioramento dell’efficienza, economicità, e migliore accessibilità ai servizi pubblici.

È stata pubblicata il 18 aprile la relazione della Commissione Europea sull’andamento del settore Tlc complessivamente e nei singoli Paesi nel quadro del programma i2010.
[…] metà degli europei utilizzano con regolarità la rete, l’80% dei quali con servizi a banda larga.

Proprio la banda larga rappresenta un differenziale fondamentale “È particolarmente positivo constatare che nell’UE il 77% delle imprese, il 67% delle scuole e il 48% dei medici colgono i vantaggi offerti dalle connessioni veloci a banda larga”.

Il nostro Paese presenta un quadro contraddittorio: è tra i primi Paesi per quanto riguarda la qualità e la disponibilità di servizi di e-Government, ma si classifica al di sotto della media europea per quanto attiene la diffusione di connettività fissa, la conoscenza tra la popolazione e la disponibilità di Internet nelle famiglie.

La banda larga, in Italia, ha raggiunto a fine 2007 i 10,1 milioni di utenti, con una penetrazione del 17,1%, inferiore al 20% della media europea.

Il digital divide è problema sentito, dal momento che la copertura dei servizi a banda larga raggiunge solo il 50% della popolazione. Di converso, i servizi di telefonia mobile continuano a rappresentare il fiore all’occhiello del nostro Paese.

Progressi molto significativi sono stati fatti nell’accessibilità dei servizi pubblici online, tanto che l’Italia si trova oggi in undicesima posizione. Tuttavia la percentuale dei cittadini che vi accedono è ancora molto bassa, meno della metà della media europea. Importante è invece l’accesso da parte delle imprese, che raggiunge l’84%, in questo caso 20 punti in più rispetto alla media dei 27 Paesi.

Se la percentuale di imprese che dispongono di accesso a Internet è nella media europea, molto basso è il giro d’affari generato da attività di commercio elettronico e più in generale da tutto l’ebusiness, che si mantiene ben al di sotto della media europea.


by snowman770 via youtube

Source: en.wikipediait.wikipediasole24ore

Useful links: CRCeu

5167671844_b26432c9ac_b

Sean MacEntee

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s